sindone

RAI STORIA TRASMETTE PROPAGANDA DEI SINDOLOGI

Il finto documentario “I misteri del Santo sepolcro”, per la serie Res, trasmesso ieri alle 16, viene indicato nel palinsesto come come “affascinante indagine dove Scienza e Fede si incontrano”, con l’obiettivo di “far luce sui misteri del Santo Sepolcro.”
E’ stata una sgradevole visione di propaganda dei “cosiddetti sindologi”.  Per l’intera durata del programma, totalmente a senso unico e senza dubbi, non è mai stato detto che il telo della sindone è stato datato al medioevo. Un errore?
Ricordiamo: I risultati sono stati pubblicati da Nature nel 1989. La datazione della Sindone mediante il metodo del carbonio 14 eseguita dai laboratori di Oxford, dell’Arizona e di Zurigo. I risultati, ottenuti indipendentemente da ciascun laboratorio su uno dei tre frammenti di uno stesso campione, sono sovrapponibili nei limiti dell’errore e hanno indicato per la datazione la probabilità totale del 95% nell’intervallo di anni dal 1260 al 1390.
Comprendo che per pasqua è obbligo (perché?) rendere omaggio alla religione maggioritaria nel paese, ma i programmi di “fede” hanno un canale tutto per loro e, cosa più grave, dovrebbero essere comunque identificabili come programmi di “fede” e non come “affascinante indagine dove scienza e fede si incontrano”, perché non c’è traccia di indagine e neppure di scienza.

La RAI per parlare della sindone di Torino si è rivolta a Sydonia Production srl, che oltre a “I Misteri del Santo Sepolcro” (2013) ha distribuito il sicuramente scientifico 2012 Profezie Maya e cerchi nel grano (2008). Chi acquista i programmi in RAI?
Vedi il trailer

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...