Archivi categoria: Rete

LA BUFALA COME ALIMENTO DELLA PAURA E DELLA RABBIA

Secondo La Stampa, Silvia Virgulti, consulente della comunicazione del M5S, suggerisce alle comparse parlamentari grilline di rilasciare dichiarazioni politiche evitando discorsi razionalmente argomentati, ma di puntare du frasi che diano sfogo alla rabbia e alla paura.
Non mi sembra che questa rappresenti una novità per la comunicazione politica della Grillo Casaleggio e figli, che da sempre  attinge ai vecchi sistemi di propaganda e manipolazione del nazionalsocialista Julius Streicher.
Il problema non sono i grillini, ma i media italiani che non  commentano e non domandano a questi demagoghi nulla l’irrazionalità delle loro affermazioni. Suppongo che per i media conti di più il ricavo pubblicitario che l’obiettivo informativo.
Il sistema della comunicazione politica italiana resta da decenni in una zona grigia, rilevando la totale incapacità di essere qualcosa di diverso da un megafono passivo della comunicazione politica di qualsiasi tipo.
L’articolo analizza alcuni aspetti del problema [vedi]

Annunci

Prism: la dura verità, l’uscita che non esiste

Big Brother 2004 (UK)
Big Brother 2004 (UK) (Photo credit: Wikipedia)

“La nostra privacy sulla rete è molto più sottile di quanto possiamo immaginare, la nostra libertà  è una illusione”.
Non credo che a questa frase ci sia da aggiungere altro. Significa che tutto quello che facciamo in rete è da sempre trasparente ad altri. Basta che a qualcuno venga in mente di controllarci.
In questa situazione tecnica assolutamente non modificabile, le leggi di uno stato di diritto dovrebbero garantire ai propri cittadini la riservatezza dei dati personali, la garanzia del collegamento e pene per coloro che usano i dati per fini fraudolenti. Tutto il resto è illusione.
Read the Article at HuffingtonPost